Negano stanza a coppia gay: proprietari cristiani di un albergo costretti a venderlo cinque anni dopo

I proprietari di un B&b finito tra le polemiche per aver negato stanza ad una coppia gay dichiarano di aver dovuto vendere tutto

legge contro l omofobia

Nessun lieto fine per i proprietari inglesi che hanno rifiutato di ospitare una coppia gay nel loro hotel: marito e moglie hanno ammesso di aver dovuto vedere il proprio albergo.

Il tutto era accaduto nel 2008: Steven Preddy e Martin Hall si erano presentati per chiedere una stanza doppia con letto matrimoniale ma i due rifiutarono per "motivi religiosi". Oggi, nel 2013, Peter e Hazelmary Bull hanno messo in vendita le loro nove camere da letto del Chymorvah Hotel a Marazion, in Cornovaglia per £ 750.000 (1.206,075 mila dollari, 890.092 € ) per compensare le spese legali da affrontare per la questione portata in tribunale

Lo hanno rivelato loro stessi al Daily Mail:

"Nel 2013 , due persone che hanno lavorato tutta la vita hanno finito per soffrire il freddo e patire la fame. Non è giusto. Questo è come un lutto in famiglia. Non ho mai pensato che sarebbe finita così. Non affrontiamo più il futuro con reale entusiasmo"

Nel 2011 il tribunale li ha condannati a pagare $ 5800 alla coppia gay. Non si sono arresi e sentendosi vittime hanno presentato il loro caso alla Corte Suprema , ma si sentiti rispondere che dovevano trasformare la loro attività in un no-profit , se volevano continuare a voltare le spalle a coppie gay

Peter Bull ha specificato di non essere omofobo:

"Non è contro gli omosessuali ma contro le coppie non sposate"

Da quando la notizia divenne pubblica, inoltre, la coppia è stata al centro di minacce e offese.

Via | GayStarNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: