Il pattinatore Johnny Weir non parteciperà ai Giochi Invernali 2014

Lo sportivo ha deciso: non gareggerà a Sochi il prossimo anno

Johnny-Weir

Un paio di anni fa, Johnny Weir ha deciso di fare coming out pubblicamente e di dichiarare la propria omosessualità. Una scelta coraggiosa e importante che si è poi coronato con il matrimonio con Victor Voronov. Lo aveva annunciato al mondo intero con un Tweet ironico, via Internet:

Abbiamo firmato tutte le carte e non viviamo più nel peccato.

E proprio lui, in questo ore, ha rivelato la sua decisione: non parteciperà ai tanto discussi Giochi Invernali del 2014 a Sochi, in Russia.

L'uomo, vincitore due volte alle Olimpiadi nella sua carriera, non si è registrato per cercare di qualificarsi per il campionato nazionale in cui verrà selezionata la squadra olimpica a rappresentare gli Stati Uniti

Una scelta inaspettata dal momento che l'uomo, mesi fa, aveva rassicurato tutti sulla sua presenza in Russia. Ecco le sue parole:

"Prima che uomo gay, prima che uomo bianco, io sono un olimpionico. Questo è quello per cui ho lavorato per 12 anni e boicottare le Olimpiadi sarebbe negare tutto questo. Sarebbe praticamente punire tutti gli atleti non-LGBT inclusi nella squadra olimpica degli Stati Uniti per Sochi"

Infine, fece un appello pubblico di solidarietà:

"Ciò che dobbiamo fare è essere lì, essere forti e uniti. Dobbiamo dimostrare al presidente russo Vladimir Putin chi siamo"

Fino al repentino e improvviso cambio di idea.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail