Chat gay, Men4Men e Grindr: ecco perché alcuni uomini usano foto del profilo false

chat gay foto profilo false Quante volte vi è capitato di andare sulle chat o sui siti gay e incontrare persone che usavano foto per descrivere se stessi assolutamente inverosimili? Modelli oliati spalmati su sfondi da camerino di un set di moda o atletici uomini che (non) sorridono con occhiali da sole di marca costosa e pelle perfettamente levigata. Oppure statue greche di perfezione assoluta, magari decapitate. Insomma, modelli e corpi stranieri assolutamente inverosimili che, magari, si chiamavano Arturo (nella realtà).

Poi ci sono anche quelli che mettono platealmente foto di personaggi famosi e si spacciano per quelli, continuando la farsa di essere loro. E tu, esasperato da simili castronerie, chiedevi la cam. "No, non ce l'ho". Eh, ma va? Io per primo quando frequentavo quei siti cercavo di mettere foto del viso in cui uscivo particolarmente bene (e io mi detesto intensamente nel 90% degli scatti). Ma almeno ero io e sapevo che se qualcuno mi scriveva o mi rispondeva, sapeva a cosa andava incontro.

Mi sono sempre chiesto perché si comportassero in questo modo poiché nel momento clou dell'incontro non poteva accadere qualcosa come: "il ruolo di Arturo, in questa puntata verrà interpretato da David Gandy".

A darci una possibile soluzione all'incognito è Joseph Cilona, uno psicologo di Manhattan, che ha voluto analizzare il motivo per cui su Grindr, Men4Men o altre chat e siti gay, molte persone inserivano foto falsificate di se stessi:

"Quando qualcuno sta consapevolmente usando foto false e sta pianificando un incontro, questo è essenzialmente motivato da forti bisogni emotivi di amore, sollievo dalla solitudine, desiderio di una relazione o interazione con un'altra persona, e bisogno di conferme. Queste forti necessità ed emozioni possono alimentali modelli di pensiero quali la razionalizzazione, il rifiuto e la falsa speranza. La persona può dire a se stesso che un incontro porterà ad una chimica talmente forte che le foto false non avranno più alcuna importanza"

Certo, non bisogna pensare che questo accada esclusivamente nel settore gay. Quanti altri uomini etero metteranno foto dei loro idoli o beniamini per rimorchiare avvenenti fanciulle online? Il discorso è generale per tutti, uomini e donne, ma non mi ha convinto del tutto questa analisi. Anche io sono arrivato a questa deduzione (senza aver fatto psicologia) ma la trovo irreale: incontrare qualcuno che ha mentito sulla propria fisicità, per quanto possa essere gradevole, simpatico e affascinante, non mi darebbe la benché minima fiducia di continuare a vederlo, in ogni caso.

E poi, si parla di una possibile chimica, al momento dell'incontro, che annullerebbe ogni qualsiasi limite estetico tra i due protagonisti: ma a questo punto, se proprio vogliamo 'fantasticare', non è meglio fingere di non avere foto, essere onesti e sperare che questo accade senza mentire fin da subito? A voi è mai capitato di incontrare, dal vivo, persone che erano diversissime da coloro per cui si spacciavano virtualmente? O avete mai, voi stessi, mentito sul vostro aspetto?

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: