Sei un gay fedele?

Sei un gay fedele?Esistono diverse concezioni del temine fedeltà: quello che per una persona (o una coppia) può essere un segno di mancanza di fedeltà, per altri può non esserlo. Si tratta di un termine molto elastico. Secondo la terapeuta francese Caroline Kruse il segreto della fedeltà è la felicità e non il contrario, come si è soliti pensare. La fedeltà in una coppia è il segno della felicità della stessa.

La fedeltà diventa, pertanto, la conseguenza naturale dell'essere felici con il proprio compagno (o la propria compagna) e non già il segno evidente dell'intensità con cui si ama. Se si è felici nella propria vita di coppia si sarà fedeli anche quando si presenteranno occasioni interessanti.

Stiamo parlando di una scelta, non di un contratto e, pertanto, non ha alcun senso imporre a qualcuno di essere fedeli, dal momento che la scelta è del tutto personale. Le imposizioni provocano tensioni, crisi, fraintendimenti: la fedeltà per contratto provoca solo una sorta di gelosia patologica che fa sì che la persona si senta sequestrata e non amata.

Secondo la Kruse, in una coppia felice – sia essa etero o omosessuale – l'infedeltà non esiste. Voi che ne pensate?

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: