Predicatore di Singapore: "Non ci sono ex cinesi o ex neri ma esistono ex omosessuali"

Ecco l'ultima teoria di un religioso originario di Singapore sull'omosessualità.

Il Gay Village cerca un logo per dire no all'omofobia

Lui si chiama Lawrence Khong e ha assicurato di avere un contatto diretto con Dio. Un legame costante nato addirittura quando lui aveva solamente sedici anni. Proprio Lui avrebbe chiesto a Khong di diventare predicatore.

L'uomo, adesso sessantunenne, continua la sua battaglia contro l'omosessualità ed è pastore della Faith Community Baptist Church. Secondo lui, ovviamente, essere gay non è normale. Un matrimonio è naturale tra un uomo e una donna, stessa cosa vale per il concetto di famiglia normale.

E il mondo Lgbt sarebbe il primo a essere intollerante:

Come prossima cosa perseguiteranno anche coloro che sono in disaccordo. L'impegno e il sostegno per gli omosessuali viene spinto con grande aggressività. Ad esempio, coloro che chiedono la tolleranza, sono alcune delle persone più intolleranti che io abbia mai incontrato. Ogni volta che non siete d'accordo con loro siete tacciati di essere omofobi.

Spiega, inoltre di essere pronto a permettere agli omosessuali il diritto al lavoro, all'istruzione e vivere come cittadini normali ma non possono avere il diritto di cambiare le leggi per normalizzare la loro esistenza. Secondo lui, la chiesa nella quale opera ha -come membri- molti ex gay:

A mio parere, ci sono alcune cose che sono fondamentalmente dannose per la società. Lo stile di vita omosessuale non è uno stile di vita normale. L'omosessualità non è genetica. Non ci sono prove. Ogni ex-omosessuale è la prova che le persone non sono nate in questo modo. Non ci sono ex-neri, nessun ex-cinese, ma ci sono ex-omosessuali.

Ok, ha sicuramente ascoltato Luca era gay...

Via | GaystarNews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: