California: la Corte Suprema annuncia che discuterà le unioni gay

California: la Corte Suprema annuncia che discuterà le unioni gay

La Corte Suprema della California ha annunciato che esaminerà la legittimità della riforma costituzionale che circoscrive il matrimonio unicamente all'unione di un uomo e una donna è legittima.

Come ben sapete la California ha approvato i matrimoni omosessuali nel maggio del 2008. A novembre dello stesso anno – in concomitanza alle elezioni generali che portarono Barack Obama alla Casa Bianca – si votò pure la cosiddetta Proposizione 8 che modificava la Carta della California e rendeva carta straccia la legge che equiparava le unioni gay a quelle eterosessuali. Nel 2009 la Corte Suprema rifiutò la denuncia di incostituzionalità di detta modifica.

Il movimento lgbt nordamericano, però, non si è arresto e l'anno scorso ha portato la denuncia dinanzi ai tribunali federali. Come conseguenza il giudice Vaughn Walker, bocciò la Proposizione 8 affermando che è è incostituzionale proibire i matrimoni gay nello Stato, oltre ad essere anche discriminatorio. Questa decisione non è stata impugnata dalle autorità della California, il che ha spinto diversi gruppi di conservatori contrari al matrimonio gay a presentarsi come parte lesa dinanzi alla Corte Federale d'Appello.

La Corte Suprema ha quindi deciso che prenderà una decisione in merito a partire dal prossimo mese di settembre. Se la Corte dovesse pronunciarsi a favore dei gruppi conservatori, il processo legale potrà essere portato dinanzi al Tribunale Supremo degli Stati Uniti d'America.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: