Una berlusconiana inveisce contro i "sinistrati culattoni"

In tanti, lettori ma anche autori di questo blog, cercano di spiegarmi (e spiegarci) che si può essere tranquillamente gay o lesbiche o trans e votare a destra. Probabilmente sì, ma facilmente - aggiungo - è più facile coniugare questi due aspetti in altri paesi, con una cultura politica diversa.

La cultura politica della destra berlusconiana, misto di affarismo, clericalismo, conservatorismo, anticomunismo un tanto al chilo, videocrazia, è omofoba, anche quando vorrebbe essere gay-friendly, come Iva Zanicchi. Lo dimostra questa pittoresca signora in piazza a sostenere Berlusconi. Non voglio parlare nemmeno della Lega e del suo razzismo valligiano.

Poi, per carità, ognuno faccia ciò che vuole e voti chi vuole: c'erano anche ebrei fra i nazisti, ma credo che siano pentiti se fecero in tempo.

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: