Matrimoni gay a New York? Andrew Cuomo ci crede

Matrimoni gay a New York? Andrew Cuomo ci crede

Andrew Cuomo – governatore dello Stato di New York dal 1 gennaio scorso – fin dalla sua campagna elettorale si è schierato a favore dei diritti della comunità lgbt e, in particolare, del matrimonio tra persone dello stesso sesso. Come ricorderete, non esitò a definire le dichiarazioni del suo rivale (in politica) Carl Pasquale Paladino sui gay (“Non capisco come qualcuno possa sentirsi orgoglioso di essere gay”) come frutto di una “scioccante omofobia” e segno evidente di un “disprezzo per l’uguaglianza di base”.

Ora Andrew Cuomo tiene fede alle sue promesse elettorali e promette di lavorare sodo per far approvare le nozze gay nella Grande Mela. Cuomo ha espresso il desiderio che il tema del matrimonio tra persone dello stesso sesso torni ad essere nuovamente votato dalle Camere prima della prossima estate.

Sembra che negli USA ci sia una nuova spinta per le nozze gay: dopo il Governatore del Rhode Island anche quello di New York spinge per la parità dei diritti di tutti i cittadini. Perché è di questo che si sta parlando.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail