Telecom Italia: sì al permesso matrimoniale per coppia lesbo

Scelta di grande rispetto da parte dell'azienda italiana

nozze-gay

Applausi e applausi alla Telecom Italia.

La notizia è molto interessante e mostra come, in un Paese come il nostro dove le nozze gay sono lontanissime e ancora si discute per un semplice riconoscimento della coppia Lgbt, la società possa essere in grado di fare un passo in avanti rispetto alla burocrazia. E' sufficiente usare il buon senso.

Parliamo del caso di una dipendente della Telecom Italia che ha deciso di sostenere e ritenere valido il matrimonio di una sua dipendente lesbica che, a settembre, si sposerà in Baviera. Ha quindi concesso le fatidiche due settimane di congedo matrimoniale specificando di farsi personalmente carico della retribuzione dell'impiegata in quei quindici giorni di assenza (l'Inps non concede indennizzi, in questi casi)

Una bella storia, sperando che possa servire come esempio per tanti altri casi. E che dimostra, ancora una volta, che quando la legge ancora appare antiquata e non al passo coi tempi, ci pensa l'intelligenza e la sensibilità a sopperire a tali mancanze

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: