Russia: prima campagna di prevenzione HIV diretta esplicitamente alla comunità gay

Poco a poco le cose si muovono in Russia, paese tradizionalmente ostile a qualsiasi accenno di normalizzazione nei confronti del mondo lgbt. Negli ultimi mesi abbiamo avuto diversi timidi segnali di “apertura”: la destituzione del sindaco di Mosca (Yuri Luzhkov, che aveva fatto dell'omofobia il suo tratto distintivo), la condanna da parte della Corte Europea dei Diritti dell'Uomo per i vari divieti a celebrare i Gay Pride…

In questo solco possiamo inserire la notizia che per la prima volta è stata lanciata una campagna di lotta all'HIV diretta esplicitamente al collettivo omosessuale. La campagna – Fidati e mettilo – è promossa dal Laboratorio di Pubblicità Sociale, ente autonomo che lavora in diversi campi del sociale, e include materiale informativo che sarà distribuito in ambienti gay, blog e spot pubblicitari. Sebbene non saranno trasmessi in televisione, il fatto che gli spot siano stati autorizzati per la diffusione in rete fa sperare in un passo avanti in un paese in cui la lotta contro l'HIV è molto carente.

Qui sopra vedere uno degli spot in cui viene evidenziato come il mancato uso del preservativo faccia scattare l'allarme; un altro spot interessante è quello che paragona un incontro di sesso gay a una partita di hockey: se non ti metti la protezione, rischi di brutto. Il messaggio che si intende trasmettere è che “la fiducia nell'altro passa prima di tutto attraverso la sicurezza. Proteggiti, confida nel preservativo. Indossalo”.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: