Francia. Uomo denuncia: "Le pillole per curare il Parkinson mi hanno fatto diventare gay!"

didier lambert

Un caso apparentemente assurdo arriva direttamente dalla Francia. Un uomo ha fatto causa ad una società di prodotti farmaceutici responsabile, a suo dire, di averlo portato ad essere gay per colpa dei medicinali che usava per combattere il morbo di Parkinson.

Didier Jambart (foto), sposato, ha iniziato a prendere il Requip dal 2003 e il suo comportamento è cambiato drasticamente. I suoi avvocati sostengono che questo medicinale l'abbia spinto a diventare dipendente dal sesso gay a tal punto da portarlo ad essere violentato. Il suo modo d'agire ha rischiato di fargli perdere la famiglia e ha tentato il suicidio in tre occasioni. Nel 2005 ha smesso di prendere le pillole ed è tornata la normalità. Inoltre, ha accusato la società di avergli provocato traumi, di averlo fatto diventare un giocatore d'azzardo, un ladro e di averlo reso demotivato al lavoro. Ha coinvolto nel caso anche il suo neurologo per non averlo avvertito dei rischi che correva nell'assumere i farmaci.

A novembre, anche Pete Shepherd ha dichiarato di essere diventato dipendente dal sesso dopo aver preso il Cabergoline, altro farmaco utilizzato per il morbo di Parkinson. Ha speso circa 400,000 sterline e il giudice gliene ha fatti rimborsare 45.000 dopo averlo dichiarato incapace di intendere e di volere in seguito all'uso del farmaco. Pete ha smesso di usarlo nel 2008... ed è tornato 'normale'.

  • shares
  • Mail
13 commenti Aggiorna
Ordina: