I gay sono tali perché sono stati abusati da piccoli. Parola d'imam

Abdallah Adhami

Ogni giorno che spunta porta con sé nuove dichiarazioni “scientifiche” sulla nostra natura. Dopo aver ascoltato da Potito Salatto che le coppie gay non vanno bene perché san Giuseppe frequentava Maria e non Giovanni, oggi abbiamo le dichiarazioni di Abdallah Adhami (in foto), imam, noto per la sua battaglia nel voler costruire una moschea a Ground Zero. Secondo l'imam noi gay siamo così perché probabilmente da piccoli siamo stati abusati:

“Una percentuale schiacciante di persone lotta con la sensibilità omosessuale a causa di una qualche forma di abuso emotivo violento, o sessuale, ricevuto a un certo punto della loro vita. Solo una piccola, piccolissima percentuale di persone nasce con una naturale inclinazione che non si può spiegare. Ma ciò avviene soprattutto nel regno animale”.

Da un lato, quindi, riconosce l'omosessualità come qualcosa che avviene in natura, dall'altro afferma che noi siamo così perché “prodotti” di una qualche violenza. Cosa c'è di così abnorme nell'accettare le cose come stanno? Ci sono uomini e ci sono donne, con tutto quello che c'è tra gli uni e le altre; ci sono etero e ci sono gay (anche qui con tutta una varietà in mezzo); ci sono cattolici e ci sono islamici e mille altri modi di vivere il proprio “intimo”.

Perché bisogna sempre trovare una motivazione alla nostra omosessualità? Noi mica ci chiediamo perché ci sono gli etero?

Via | Giornalettismo

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: