Zelig trans: Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo"


Paola Cortellesi è una fuoriclasse. Piace a tutti. Nel 2004 Mina la proclamò vincitrice morale di Sanremo. Quell’anno la kermesse fu vinta da Marco Masini. La conduzione fu affidata a Simona Ventura.

Paola Cortellesi è sempre stata snobbata dai siti glbtq anche se rappresenta la vera icona gay. L’attrice passa dalle fiction impegnate, in Le cose che restano interpretava Nora, al cabaret che tanto ricorda le drag queen più ricercate.

Paola Cortellesi è l'erede di Franca Valeri, unica icona gay del passato secondo Angelo Pezzana. Sulle persone glbtq ci ride senza la presunzione delle colleghe promosse a principessa da alcuni omosessuali italiani. Fa il suo lavoro e non prende posizioni gay-friendly per convenzione.

Paola Cortellesi ha portato sul palco di Zelig l’umorismo gaio. Nella terza puntata del programma ha cantato, con Claudio Bisio, Un uomo. La canzone è la parodia di One, hit degli U2. Mentre su RaiDue e RaiTre si ride, ancora, dei femminielli (qui la caricatura di Alfonso Signorini) su Canale 5 si sfottono le trans. L’emancipazione passa anche da questi momenti. Qui il video.

Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo
Zelig trans, Paola Cortellesi e Claudio Bisio in “Un uomo

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: