Legge anti-omofobia, a Rimini parte la raccolta firme per bloccarla

A Rimini parte la raccolta firme per bloccare la legge contro l'omofobia: ecco le ragioni dei firmatari

legge contro omofobia Non riusciamo proprio a capire come la legge anti-omofobia possa danneggiare un eterosessuale rispettoso degli altri e del loro orientamento sessuale: se un cittadino osserva la legge e ricorda bene l'articolo 3 della Costituzione (che nei fatti sarà integrato proprio con le nuove disposizioni atte a tutelare gli omosessuali), perché dovrebbe opporvisi? Le alternative sono due: o per ignoranza (ed è molto probabile) o per omofobia (ed è ancora più probabile).

Gran parte di coloro che hanno firmato la petizione al meeting Cl di Rimini lo ha fatto molto spesso perché sente minacciata la liberta di espressione: ma lo sanno che un conto è prendere in giro qualcuno con qualche battuta e un conto è perseguitarlo a tal punto da spingerlo alla morte? Come informa Il Fatto Quotidiano, poi, notiamo che altri si oppongono alla legge sull'omofobia, recentemente approvata in commissione Giustizia, perché potrebbe fare strada ad altre iniziative, come l'istituzione del matrimonio gay: ma cosa c'entra? Lasciamo morire tutti, allora, perché sennò le unioni civili (legittime) vengono approvate? Senza parole.


Meglio l'omofobo che l'ipocrita

A promuovere questa petizione è stato il settimanale di ispirazione cattolica Tempi, assieme all'associazione Giuristi per la vita e al sito La bussola quotidiana:

"Abbiamo voluto lanciare l’iniziativa, perché crediamo che il provvedimento contro l’omofobia e la transfobia limiti il diritto d’opinione di una persona - queste, le parole di Samuele Sanvito, amministratore delegato di Tempi -. Un esempio: se dico che il rapporto omosessuale è contro natura in futuro potrei andare contro la legge".

Ma perché questa gente continua ad arrampicarsi a specchi che prima o poi finiranno, invece di ammettere pubblicamente di odiare dal profondo del cuore l'omosessuale? Meglio l'omofobo che l'ipocrita: per lo meno, il primo non si nasconde.

  • shares
  • Mail