I gay come gli obesi, Alfonso Signorini criticato da Mario Adinolfi


Mario Adinolfi è un giornalista. Dopo aver lavorato per Red Tv, la tv di Massimo D’Alema, è diventato il direttore di “The Week”. Per molto tempo Adinolfi si è occupato anche di politica. Ha fatto parte del Partito Democratico.

Nelle scorse settimane Adinolfi è stato aggredito da un gruppo di ragazzi. Durante un dibattito televisivo Alessandro Sallusti, direttore del Giornale, aveva augurato al giornalista di essere picchiato. Probabilmente tra i due episodi c’è un legame.

Ieri Repubblica si è occupata di Adinolfi. Di nuovo. Sul proprio profilo Facebook il giornalista ha scritto delle battute omofobe contro Alfonso Signorini. L’episodio non è stato gradito dalle associazioni omosessuali. Qui trovate tutte le reazioni.

Per giustificare l’accaduto il giornalista ha dichiarato:

“Sono battute che capita di fare su Facebook. Era un momento in cui ero particolarmente arrabbiato con Signorini. Sono oltre ogni possibile sospetto di discriminazione, anche perché, ogni giorno, la subisco sulla mia pelle, in quanto persona obesa”.

Tutti possono criticare Adinolfi. Probabilmente bisogna saperlo fare. Secondo il giornalista la discriminazione subita dai gay è la stessa delle persone obese. Adinolfi non ha ancora capito che l’omosessualità non è una malattia. L’obesità Sì.

  • shares
  • Mail
7 commenti Aggiorna
Ordina: