Deputata messicana fornisce inconfutabili motivazioni per cui due gay non possono sposarsi

Finalmente è stato svelato il motivo per cui due persone dello stesso sesso non possono sposarsi. Il merito di tale epocale scoperta va a una deputata messicana.

Deputata messicana fornisce incofutabili motivazioni per cui due gay non possono sposarsi

Finalmente è stata fornita la prova inconfutabile per vietare il matrimonio tra le persone dello stesso sesso. A farlo è Ana María Jiménez Ortiz, deputata messicana del Partito d’Azione Nazionale. Nel corso di un dibattito dal titolo “Il matrimonio ugualitario a Puebla”, l’onorevole ha svelato le motivazioni per cui due persone dello stesso sesso (presumo che l’onorevole avesse in mente due uomini, ma vai a sapere) non possono sposarsi. Volete saperle? Davvero? Eccole: il matrimonio è riservato solo a persone che duranti i rapporti sessuali si guardano in faccia.

Facile, no? Del resto si sa che noi gay facciamo sesso solo in una posizione (quella che ha in mente la signora) e gli etero sono in un’altra (sempre secondo la deputata).

Nel corso dello stesso dibattito, Ana María Jiménez Ortiz ha anche affermato che i figli di coppie dello stesso sesso sono più esposti alla depressione, alla bassa stima di se stessi e alla tossicodipendenza. Queste affermazioni sono state contestate da alcuni dei presenti e l’onorevole ha poi detto di essere stata fraintesa.

Per l’altra motivazione – la rivelazione, cioè, per cui due persone dello stesso sesso non possono sposarsi – pare che nessuno abbia contestato: del resto, quando la verità è lampante in questo modo, cosa c’è da contestare?

Chissà, forse l’onorevole ha visto un po’ troppi film a luci rosse di un certo tipo e non sa che noi gay durante i rapporti sessuali non solo possiamo guardarci negli occhi, ma anche le spalle (questo la signora pare saperlo…), ma anche il soffitto e, se vogliamo, finanche l’alluce. Sorpresa?

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: