A Berlino il Museo dei gay celebra Genet

Jean Genet in mostra a Berlino

Nel fine settimana ero a Berlino (grazie, voli a basso costo!) e oltre alle bellezze locali e alle feste in musica, di cui vi parlerò, mi sono dato anche alla cultura. Ho visitato finalmente lo Schwules Museum Berlin, il primo museo al mondo dedicato alla cultura omosessuale, ma anche di questo parleremo un'altra volta.

Oltre alla collezione permanente, infatti, il museo ospita mostre temporanee e in questo periodo, fino al 14 marzo 2011, il piano terra è dedicato a Jean Genet, il grande e controverso scrittore francese, celebrato nel centenario della nascita.

Genet, autore di capolavori come Notre-Dame-des-fleures e Querelle de Brest, condusse una vita ai margini e all'estremo, intrecciata (e a volte confusa, anche volutamente) in modo inestricabile con la sua opera letteraria; si schierò sempre dalla parte degli ultimi e degli oppressi e celebrò in modo ossessivo l'amore e la passione omosessuale e l'adorazione di un modello maschile estremo e virile.

Oltre a libri, immagini dei film tratti dai romanzi e documenti originali viene proiettato anche il cortometraggio "Un chant d'amour". Uno spaccato di cultura gay da non perdere, se vi capita di passare da Berlino.

Jean Genet in mostra a Berlino
Jean Genet in mostra a Berlino
Jean Genet in mostra a Berlino
Jean Genet in mostra a Berlino

Foto | Alessandro Condina

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: