Chely Wright e le difficoltà incontrate dopo il coming out

Chely Wright e le difficoltà incontrate dopo il coming out

Quando un cantante fa coming out dopo esser diventato famoso è frequente che si veda accusato di essere opportunista (vedasi, per esempio, tutte i commenti da “zie acide” fatte nei confronti di Tiziano Ferro e Ricky Martin). Può capitare, però, che il coming out diventi anche motivo di perdite (di fan, di popolarità, di denaro) per alcuni. È successo a Chely Wright, la prima cantante country, che si è a dichiararsi lesbica.

Intervistata sulla sua carriera le è stato chiesto come andassero le vendite dei suoi dischi e Chely ha spiegato che le cose non vanno molto bene:

[Il coming out] non ha aiutato la mia carriera: le vendite dei dischi si sono dimezzate. Se dall'esterno sembra che dichiararmi mi sia stato d'aiuto è solo perché non ho parlato delle cose negative. Certamente non mi vedrete gridare o lamentarmi su Facebook delle mail di insulto che ho ricevuto. Sono stata anche minacciata di morte. Quotidianamente mi arrivano lettere sgradevoli che dicono “Mi fai schifo, Chely Wright: andrai all'inferno”. C'è molta differenza tra la stampa e la promozione e… a volte la gente dimentica che quando cantiamo o giriamo film, non lo facciamo per hobby: io ci pago le bollette con il canto. Avevo il presentimento che con il coming out si sarebbero ridotte le mie entrate e ora posso dire che si trattava di un giusto presentimento.

Magari la prossima volta prima di emettere giudizi sul coming out di X o Y o di rimproverarlo/la perché l'ha fatto troppo tardi, proviamo a pensare a quando abbiamo fatto il nostro di coming out e a tutte le difficoltà che abbiamo provato. Il fatto di essere famosi non diminuisce, di certo, le paure.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: