Francia: il matrimonio gay finisce alla Corte Costituzionale

Sarà il Conseil constitutionnel, l'equivalente francese della nostra Corte Costituzionale, a esprimersi sul matrimonio gay in Francia. La Corte di Cassazione, infatti, ha accolto la domanda di una coppia di lesbiche, che davanti al tribunale hanno sollevato la questione di incostituzionalità dal momento che non possono unirsi in matrimonio.

Il Consiglio a questo punto dovrà esprimersi sulla questione, che - secondo la Cassazione -

è oggetto di un ampio dibattito nella società, a causa di un cambiamento dei costumi e per l'introduzione del matrimonio fra persone dello stesso sesso in diversi paesi stranieri.

Ovviamente non è scontato che il Consiglio si esprima a favore del diritto di sposarsi per gay e lesbiche; e neppure che decida di emettere una sentenza. I giudici potrebbero rinunciare a esprimere una posizione, per lasciare che sia il legislatore a decidere. In tal caso, finché la maggioranza dell'Assemblea rimane di destra sarà impossibile vedere un matrimonio gay in Francia.