È gay: ragazzo lo stupra perché gli fa schifo. Poi botte e lo rapina


A Rimini, un ragazzo di 25 anni è stato stuprato, picchiato e rapinato solo perchè omosessuale. Sembra assurda come vicenda, ma solo da poco è uscita la notizia. L'aggressore è un uomo che già precedentemente aveva violentato una donna (e 'giustamente' era libero, in strada...)

La vittima ha avuto una prognosi di 25 giorni e ha comunque deciso di denunciare l'accaduto ad Arcigay, che ha commentato così la cosa:

"Questa denuncia è il segno di un cambiamento di prospettiva che porta finalmente gli omosessuali a rivolgersi alle forze dell’ordine per denunciare le violenze subite, qualunque sia la loro forma, e dovrebbe far riflettere il legislatore sull’urgenza di una legge di tutela dalla violenza per la minoranza gay, lesbica, bisessuale e transessuale"

Ma un altro particolare fa riflettere e scandalizza. Il quodiano La voce di Rimini avrebbe raccontato l'accaduto sotto una luce totalmente diversa dalla verità: semplicemente "una notte di sesso fra i due maschi ubriachi, entrambi single e da soli in vacanza". L'autore della violenza non si pente e dichiara di averlo fatto perchè sapeva che il giovane era gay e quindi "gli faceva schifo". Da qui, paradosso, lo stupro e il pestaggio successivo.

Via | Periodico italiano