Matrimoni gay: fine dello sciopero della fame per Francesco Zanardi


Dopo più di un mese di sciopero della fame, Francesco Zanardi ha interrotto la sua protesta estrema per rivendicare i diritti delle persone omosessuali e in particolare delle coppie dello stesso sesso di potersi sposare come gli altri cittadini. Ma la sua battaglia non finisce qui.

Mentre interrompe il suo digiuno, Zanardi denuncia l'assoluto disinteresse delle forze politiche italiane rispetto alla protesta e alle richieste che ha sollevato; di contro all'attenzione mostrata fuori dall'Italia, sia da altri paesi sia dalle istituzioni europee:

«Sono soddisfatto del risultato che tutti insieme abbiamo ottenuto, l'Ue e gli stati membri ci hanno sostenuto e appoggiato moltissimo: chi ha saputo guardare ha trovato una strada percorribile, che non è purtroppo quella della politica italiana, una classe politica che assolutamente non rappresenta una enorme parte di italiani e che li costringe dietro le porte della repressione».