Messico: l'opposizione della Chiesa alle unioni omosessuali non viola la laicità


Dobbiamo ammetterlo: i vertici della chiesa cattolica sanno girare bene la frittata. I vescovi del Messico, per esempio, sostengono che opporsi alle unioni gay non vuole dire fare ingerenza nelle leggi dello Stato, anzi è un significativo contributo a uno stato laico e democratico!

La Chiesa cattolica non viola lo Stato laico né vuole farlo, né demonizza l'omosessualità o è omofobica. La Chiesa vuole uno Stato laico che garantisca le condizioni di libertà per tutti, indipendentemente dalle caratteristiche di ogni persona. Non si tratta del fatto che lo Stato laico si contrapponga alle condizioni religiose o alle istituzioni come le Chiese. Il vero Stato laico è quello che favorisce la relazione di tutti i settori, anche quelli costituiti per motivi di una fede in cui si solidarizza e si fraternizza per il bene di una società.

Questa è proprio bella! Lo stato laico è quello che favorisce la relazione di tutti i settori, dicono gli uomini vestiti di rosso. Però non i gay. Non farebbero prima a dire che “lo stato laico è quello che favorisce solo noi”? Per fortuna vogliono difendere la verità e smascherare le facili manipolazioni...

Via | Zenit
Foto | 7medios