Spagna: primo gay ucciso dal marito in Andalusia


Prima o poi doveva capitare, visto che la violenza in famiglia è una realtà e non poteva risparmiare le famiglie gay. In Spagna è avvenuto il primo omicidio all'interno di una famiglia omosessuale: un uomo spagnolo di 34 anni è stato trovato morto nella città di Adra, in provincia di Almeria in Andalusia. L'assassino è il marito marocchino, che a sua volta si è suicidato dopo il delitto.

I due, secondo la polizia, erano separati da due mesi e secondo i primi risultati dell'indagine la vittima è stata uccisa con una pugnalata al collo: all'origine dell'omicidio ci potrebbe essere proprio la fine del matrimonio.

Il collettivo lgbt chiede che anche all'interno delle coppie dello stesso sesso sia presa in considerazione la violenza di genere o violenza coniugale, contro cui in Spagna è in vigore una legge ben precisa che tutela le donne dalle aggressioni perpetrate dai loro compagni all'interno.

Ma come ci si deve comportare nel caso di coppie dello stesso sesso? Si può parlare di violenza di genere, quando il genere è il medesimo? Secondo alcuni, solo se la vittima è una donna; di solito, però, i violenti sono i maschi, almeno nelle coppie eterosessuali. E allora? Intanto le statistiche hanno anche il primo uomo ucciso dal marito.