Spegni le discriminazioni, accendi i diritti: lo spot dell'UNAR

Il numero verde dell'UNAR per chi è vittima di discriminazione, anche per quella basata sull'orientamento sessuale e/o identità di genere

Spegni le discriminazioni, accendi i diritti è lo slogan della campagna informativa dell’UNAR, Ufficio Nazionale Antidiscriminazioni Razziali del Dipartimento per le Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri. La campagna intende l’opinione pubblica sul tema del contrasto alla discriminazione e a favorire la conoscenza da parte delle vittime e dei testimoni di discriminazioni degli strumenti di tutela esistenti. Inoltre con la campagna si vuole divulgare il servizio offerto dal Contact Center Unar che, attraverso il numero verde 800901010 e il sito dell'UNAR, raccoglie denunce e segnalazioni da parte di vittime o testimoni di discriminazioni per origine etnica, età, credo religioso, disabilità, orientamento sessuale e/o identità di genere.

Nel video si mostrano diversi esempi di discriminazione, tra cui anche quello basato sull’orientamento sessuale: siamo in un’aula e un ragazzo appella un altro con “femminuccia”. L’UNAR commenta:

In un momento in cui si discute molto di dialogo interculturale e rispetto delle differenze, il messaggio chiave della campagna è che discriminare è vietato e che, per questo, il Contact center dell’UNAR costituisce un presidio di garanzia ed uno strumento efficace per favorire l’emersione e la rimozione delle discriminazioni.

La copertura mediatica sarà assicurata per tutto il mese di febbraio, sulle reti televisive e radiofoniche RAI, Italia 1, Mtv, radio RTL, radio e tv locali e diversi quotidiani e settimanali. Capillare sarà la diffusione sul web anche in vista della XI edizione della Settimana contro il razzismo che si farà in tutte le scuole e i comuni di Italia dal 16 al 22 marzo.

La campagna sarà diffusa anche in diverse stazioni ferroviarie come quelle di Milano e Roma, sui mezzi pubblici di alcune città e vari centri commerciali.