Ecco l'assurdo manuale di un gay “modello”


Bryan Fischer, direttore dell'associazione Famiglie americane, ha parlato di come, secondo lui, sarebbe la vita e i comportamenti di un gay qualsiasi. Inutile direi che appare un quadro desolante e offensivo solo a doverlo riportare...

Sull'Huffington Post, un omosessuale, Dominik Scudera, ha voluto ironizzare su questa lista di punti chiave, sentendosi quasi in difetto per non avere tutte queste caratteristiche. Per prima cosa un gay ha nella sua vita qualcosa tra i 500 e i 1000 amanti e compagni di letto (roba che io sarei ancora vergine, in base a questa teoria...).

Altra offesa alle porte: l'uso del popper. La droga sarebbe qualcosa che almeno il 96% dei gay userebbe prima dei rapporti sessuale per distendersi. Il popper abbassa l'attenzione, è causa dell'Aids e quindi è direttamente collegato all'essere gay. Infine, i gay sono causa del nazismo...

Ebbene sì. Per Mister Fisher il primo partito di ritrovo nazista è stato in un bar gay e quindi composto esclusivamente da omosessuali. Quindi in ogni gay c'è un po' di Dna nazista. E, dulcis in fundo, ogni gay vuole reclutare i figli di altre persone. Non ne possono avere e quindi ne "prendono" dagli eterosessuali.

Fonte | Huffington Post via Giornalettismo