Melania Mazzucco: "Nessuna oscenità in 'Sei come sei', solo assoluta normalità"

La scrittrice risponde allo polemiche nate dopo la lettura del passaggio del suo libro

Pochi giorni fa vi abbiamo raccontato dello scandalo nato dalla decisione, da parte di alcuni professori di un liceo romano, di far leggere il passaggio di un libro in cui si parlava di un rapporto intimo di natura omosessuale. Sono nate le polemiche immediate da parte dei genitori degli studenti che si sono raccolti per protestare. E' scatta così la denuncia nei confronti degli insegnanti coinvolti.

Ma sull'argomento è giustamente intervenuta anche Melania Mazzucco, colei che ha scritto il libro "incriminato". E difende a spada tratta la propria opera ma soprattutto spiega come sia tutto una vera esagerazione:

"Sono convinta che la vera ragione dell’accusa e del tentativo di censurare il romanzo non sia quella che viene proclamata. Questa è solo un pretesto. Ciò che scandalizza davvero di ‘Sei come sei’ non è l’oscenità, ma proprio il contrario. Cioè l’assoluta normalità della famiglia di Eva, dei suoi genitori (due uomini), dei sentimenti che legano fra loro e alla loro figlia"

Il vero problema non sarebbe l'aver letto una parte del romanzo ma tutto il clamore nato in seguito. Qualcosa di così estremo che merita davvero attenzione:

"La minaccia di denuncia penale agli insegnanti che hanno osato far leggere il mio ‘Sei come sei’ agli studenti è un atto di grave intimidazione squadrista, che merita di essere preso sul serio.Non per l’accusa ridicola di oscenità rivolta al romanzo, che conterrebbe le scene pornografiche inadatte alla lettura di minorenni. Nel romanzo si parla anche di sesso"

Via | Blitz Quotidiano