I diritti umani delle persone LGBT in Russia: conferenza stampa al Senato

A pochi giorni dall’incontro tra Letta e Putin al Senato si tiene una conferenza stampa sui diritti umani delle persone LGBT in Russia

Domani, 20 novembre, presso la presso la Sala Caduti di Nassiriya del Senato, a Roma, si terrà una conferenza stampa sullo stato dei diritti umani delle persone LGBT in Russia. La conferenza stampa avviene a pochi giorni dall’incontro bilaterale tra Enrico Letta e Putin e vuole lanciare un appello al Governo italiano.

La conferenza stampa sarà anche l’occasione per presentare un convegno nazionale sulla situazione dei diritti umani in Russia, che si terrà a Trieste il 22 novembre (ricordiamo che l’incontro Italia-Russia si terrà sempre a Trieste il 26 novembre).

Alla conferenza stampa presso il Senato parteciperanno Yulia Matsiy, film-maker e attivista per i diritti umani russa, Yuri Guaiana, segretario dell'Associazione Radicale Certi Diritti, Flavio Romani, presidente di Arcigay, Aurelio Mancuso, presidente di Equality Italia, e Natascia Esposito, del direttivo di Famiglie Arcobaleno. Saranno presenti, inoltre, i senatori Luigi Manconi, presidente della Commissione Diritti Umani del Senato, e Sergio Lo Giudice, membro della Commissione Diritti Umani.
Fanno sapere gli organizzatori:

All’inizio di agosto, Associazione Radicale Certi Diritti, AGEDO, Arcigay, Famiglie Arcobaleno, Equality Italia, Arcilesbica e Rete Genitori Rainbow hanno lanciato la campagna SOS Russia a sostegno delle associazioni che combattono per i diritti umani delle persone LGBTI, ma non solo, in Russia. La situazione è infatti particolarmente drammatica: il combinato disposto della legge sugli agenti stranieri e di quella sulla “propaganda di rapporti sessuali non tradizionali” tra i minori hanno prodotto da un lato la crescita esponenziale delle aggressioni omofobe, dall'altro si è fortemente ristretta la libertà d’espressione di tutti i cittadini. Obiettivo della corsa di solidarietà italiana è quindi quello di sostenere la copertura delle spese legali per le vittime di violenza o discriminazioni basate su orientamento sessuale e identità di genere e di aiutare le associazioni russe multate a pagare le spese legali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati