Bambina affidata a una coppia di due donne: "Felici e serene da cinque anni"

Ecco un'altra storia di normalità e quotidianità in arrivo da Genova

Il caso della bambina affidata ad una coppia gay sta rimbalzando tutti i giorni in ogni servizio di qualsiasi telegiornale con un'attenzione verso il mondo omosessuale che spesso, soprattutto quando ci sono azioni omofobe alle radici, viene richiesto ma manca. Eppure, la notizia di un affidamento ad una coppia Lgbt ovviamente da discutere e assicura attenzione mediatica.

Questa storia, però, ha portato alla luce un altro caso che arriva da Genova e ad essere protagoniste, in questo caso, sono due madri che si stanno prendendo cura, benissimo, da anni di una bambina, felice e serena. Le piccolo si chiama Marta, ai tempi aveva cinque anni, e aveva legato moltissimo con la vicina di casa della mamma, la signora Paola.

I genitori della bimba hanno proposto di affidare la figlia proprio alla vicina di casa con cui aveva instaurato un ottimo rapporto. E quando il Tribunale dei Minori ha preso in analisi il caso, la donna ha subito voluto precisare:

"Voglio che sappiate che io ho una relazione con una donna con la quale convivo da tempo"

Un'onesta precisazione che non ha fatto modificare comunque la scelta e quindi il Tribunale ha ritenuto idonea la donna, alla quale è stato concesso l'affidamento reversibile. Sono passati anni, ormai, ed è nato una vera e propria sorta di nucleo familiare che ha permesso alla piccola di avere quell'equilibrio necessario e quella stabilità che, per diversi motivi e ragioni, i genitori non erano in grado di assicurarle.

Via | Repubblica

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati