Vip e droga 1: Robbie Williams

Robbie Williams è ricoverato in Arizona, negli Stati Uniti, presso la Meadows Clinic, dove ha avviato un programma per disintossicarsi dalla droga. E' in clinica da quattro settimane e dovrebbe restarci per almeno un altro mese. La causa principale è la sua assuefazione a farmaci antidolorifici e antidepressivi. (Abbiamo già dato notizia del suo malessere qui e qui).

Sua madre, Jan Wililams, di professione psicologa e assistente sociale, è ora volata da lui, per stargli vicino. A lei il cantante ha dedicato la canzone "Angel". La donna definisce la loro vita, senza il padre e marito, "un inferno" e ha confessato alla stampa la sua difficoltà iniziale a interpretare in modo corretto i primi segnali della dipendenza del figlio, già salvato dalla tossicodipendenza da Elton John dopo lo scioglimento dei Take That (che invece, una volta riformatisi, sembrano belli pimpanti).

La signora Williams ha espresso anche l'augurio che suo figlio possa essere aiutato a metere definitivamene la testa a posto dalla classica "donna giusta" e ha spiegato che

Robert ha sempre detto di volere una famiglia. Ci sono molte persone attorno a lui che si sono sposate, ma non è facile nel suo mondo.

(Cosa avrà voluto dire???)