La Farnesina dice no alla richiesta di pari benefit da parte di un diplomatico gay

Emma Bonino pare non ne voglia sapere di matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Una distanza, per certi versi colmabilissima, tra i diritti concessi alle copie etero e quelle omo. Un passo di equiparazione importante , che pure appare difficilissimo. L’estensione di alcuni benefit familiari come il diritto di cure, la copertura sanitaria già invocato da Ivan Scalfarotto per il suo compagno.

Ecco un caso che può ascriversi in questa casistica, almeno a una lettura veloce, e immediata, un caso per certi versi esemplare, in cui il protagonista è un funzionario dell’ambasciata di Buenos Aires, in Argentina, che riceve un trasferimento di servizio in quella indiana di New Delhi. In casi del genere, quando a trasferirsi sono le famiglie formate da coppie etero, la legge prevede che al diplomatico venga concesso oltre al relativo passaporto, l’anticipo e il rimborso per le spese di viaggio e il trasporto del bagaglio e un’indennità per i familiari. Benefici notoriamente per legge estesi al coniuge e ai figli del dipendente del Ministero.

Sembra chiaro che il matrimonio tra due persone dello stesso sesso non possa essere riconosciuto giuridicamente in Italia e i diritti riconosciuti alle coppie etero non possono essere estesi a quelle omosessuali. Il principio, più volte espresso dai giudici, convince anche la radicale Emma Bonino?. In ogni caso la vicenda mostra molti punti oscuri e di certo sa di disparità e riporta il sapore delle discriminazioni. E resta la voglia di chiedere spiegazioni ulteriori alla Bonino, che certo conosce i diritti civili.

Per opporsi alla disparità di trattamento il funzionario si è rivolto alla Farnesina e chiesto la protezione diplomatica e i benefici economici, quelli a cui facevamo riferimento prima, benefit connessi al trasferimento di sede per il suo compagno - sposato civilmente secondo l’ordinamento del Regno di Spagna, procedimento che non ha mai chiesto di trascrivere in Italia. All’epoca retto da Giulio Terzi di Sant’Agata il dicastero ha rigettato le richieste del passaporto diplomatico per il compagno del funzionario e negati inoltre tutti gli altri benefici: che comprendono l’aumento dell’indennità di prima sistemazione e di servizio estero, tutti benefit previsti per chi ha famiglia.

Il diplomatico ha impugnato il rifiuto, che ha considerato una disparità di trattamento rispetto alle coppie etero. Da parte sua la Farnesina, prima con Terzi di Sant’Agata e ora con Emma Bonino, tiene il punto sulle proprie motivazioni, alla base del rifiuto.

“nessuna previsione normativa prevede l’attribuzione dei benefici alle unioni di fatto extraconiugali”.

Questa la linea avallata dai giudici amministrativi romani, non riconoscendo, di fatto, il matrimonio, contratto tra il funzionario e il compagno,. Il Tar, in base al principio che

le diversità di sesso dei nubendi è requisito minimo indispensabile per la stessa esistenza del matrimonio civile come atto giuridicamente rilevante.

Hanno così evidenziato che il matrimonio spagnolo non ha effetti sull’ordinamento italiano. L’evoluzione giuridica è questa: da relazione extraconiugale a matrimonio nullo. Ma il caso specifico non può nemmeno ascriversi nemmeno a un unione di fatto. Spiegano i giudici, come si legge nella sentenza:

Ritiene il Collegio che le posizioni giuridiche soggettive richieste dall’odierno ricorrente non possano confluire nella “tutela di altri diritti fondamentali” in considerazione della natura economica delle prestazioni vantate e della possibilità che l’unione tra la coppia si esplichi altrimenti e pur in assenza del rilascio del passaporto diplomatico che, sotto il profilo lamentato dal ricorrente, consente unicamente l’ottenimento di benefici ulteriori rispetto al normale passaporto e non tali da assurgere a diritto fondamentale dell’individuo. I benefici oggetto delle istanze avanzate non appaiono tali da incidere sulla “unità familiare” e da giustificarne una estensione al di fuori delle ipotesi normativamente previste.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati