Porn Wikileaks: apre un sito contro i gay e rivela i nomi veri delle star dei film hard


Porn Wikileaks ha preso in prestito il nome del più famoso Wikileaks che vede al centro Julian Assange. In questo caso, è un sito americano che ha deciso di fare apertamente guerra ai gay, colpevoli di aver rovinato e distrutto il porno:

"Lo hanno rovinato, e vogliamo eliminare l’obbligo sull’uso dei preservativi imposto dal Governo. La California è piena di gay messicani che adesso possono persino sposarsi, cosa davvero sbagliata"

I fondatori del gruppo vogliano eliminare il lato gay dei film porno. Quindi dovrebbero esserci solo quelli eterosessuali, per loro. Anche perchè, gli omosessuali sono quelli che costringono le donne etero a subire rapporti anali. Ma non è finita qua...

La cosa più preoccupante è le informazioni che hanno in loro possesso. Insomma, di omofobi che delirano è pieno il web, persino su Facebook ma questi individui sono riusciti ad entrare in posesso di documenti assolutamente privati, come per esempio i veri data anagrafici di coloro che hanno recitato in alcune pellicole hard gay (non solo il nome ma anche l'indirizzo). E, pare, anche di pornostar eterosessuali.

Molti di loro hanno abbandonato il settore del porno e si sono dedicati ad altri lavori, voltando pagina. Purtroppo, però, la pubblicazione del loro vero nome accanto a quello d'arte, ha permesso di far scoprire il loro passato. E non tutti i datori di lavoro hanno reagito bene...

Finora sono due i casi di insegnanti licenziati dopo che la verità è emersa. Dubbi sul modo in cui siano riusciti ad avee quei dati, anche se si pensa che siano risaliti grazie all'Adult Industry Medical Healthcare Foundation di Los Angeles, a cui gli attori si rivolgono per il test sull'Hiv. Sono state aperte indagini in merito. Ma la privacy vacilla sempre più...

Via | Switched