Svizzera: coppia gay si bacia in pizzeria e viene invitata ad andarsene dal locale


Un bacio in un locale gay? In Italia è ancora qualcosa che può creare problemi o imbarazzo. Questa notizia che arriva dalla Svizzera non rassicura ma, anzi, fa pensare, tristemente, che certe cose possono davvero capitare in tutto il mondo. Una coppia gay, Sandro e Michi, sono andati in una pizzeria con la madre di uno dei due e un amico della donna. Due uomini accettati dalla famiglia e rispettati. Purtroppo non da tutti. Un semplice bacio tra i due dopo l'ordinazione ha fatto ritornare da loro il cameriere che ha chiesto ai due di lasciare il locale, dopo averli rimproverati. Brigitte, la madre di Sandro è rimasta incredula e sconvolta. Ha provato a protestare, inutilmente, recriminando l'accaduto:

"Se fosse stato il bacio di una coppia etero non sarebbe successo nulla"

Anche Sandro è rimasto basito dal trattamento ricevuto, degno di un criminale:

"Mi tremavano le mani per la rabbia e l'indignazione - ha raccontato Sandro alla stampa locale -. Non mi sono mai sentito discriminato. Neanche l'esercito ha mai dato peso al mio orientamento sessuale. Tutti sanno che sono gay e mi accettano per quello che sono"

Ha deciso di denunciare quello che ha dovuto subire insieme al suo compagno scrivendo una lettera al gestore del ristorante. Scuse come risposta? Nient'affatto:

"La coppia si stava sbaciucchiando e una famiglia seduta al tavolo accanto si era lamentata. In più, Sandro, Michi, Brigitte e il suo amico hanno lasciato il locale di loro spontanea volontà dopo il rimprovero del cameriere"

Un modo per togliersi la responsabilità e non modificare di nulla l'atteggiamento attuato.