Milano. 7 anni di carcere al poliziotto che stuprò una trans

Un poliziotto è stato condannato a 7 anni di carcere. L’anno scorso al Cie, il Centro di identificazione e di espulsione di Milano, ha abusato di una transessuale brasiliana. Secondo una prima ricostruzione il poliziotto avrebbe minacciato la propria vittima barattando un rapporto sessuale con la libertà.

Letizia Moratti, sindaco di Milano, non ha commentato l’accaduto. Il suo silenzio è diventato un esempio per tutti i politici milanesi che preferiscono tacere piuttosto che prendere una posizione chiara.

L’errore commesso da una persona non può condizionare il rapporto tra i cittadini e le istituzioni. Il sistema non è sempre perfetto. Ammetterlo non vuol dire metterlo in discussione ma solo lavorare affinché si verifichino sempre meno defaillances.

  • shares
  • Mail