I sondaggi del 2010 sui gay ovvero come giocare con i diritti delle persone

C'è un gusto tutto particolare di molti etero che consiste nel fare sondaggi sui nostri diritti, come se i diritti si possano concedere o meno in base alle risposte della maggioranza. E chi, poi, dovrebbe concederli questi diritti? E noi, poveri gay, dovremmo mendicarli? Si sottopone a sondaggio la nostra vita: se possiamo sposarci o meno, se possiamo adottare, se possiamo fare i militari. Insomma, se possiamo esistere. Mai a nessuno viene in mente di fare un sondaggio per vedere se gli etero si possono sposare? O se possono adottare? O, che so, se i giovani possano scegliere di diventare preti?

Il video in apertura di post spiega bene la situazione: se un gay si vuole sposare, deve andare di porta in porta a chiedere il permesso a tutti. Ma non è assurdo?

Di seguito alcuni sondaggi effettuati in tutto il mondo nel corso del 2010 su varie questioni che ci riguardano: pare quasi uno stupido gioco sulla pelle delle persone. Invece, è l'amara realtà: alcune persone si arrogano il diritto di poter dire ad altre che quello che fanno è sbagliato perché “la maggioranza” la pensa diversamente.


  • ??Bielorussia: il 63% dei bielorussi ritiene che sarebbe buona cosa reintrodurre la legge che puniva l’omosessualità abolita nel 1994.

  • ??Brasile: l’adozione da parte di coppie dello stesso sesso è vista favorevolmente solo dal 39% degli intervistati per un sondaggio del giornale Folha de São Paulo.??

  • Cile: secondo un sondaggio pubblicato dal giornale El Mercurio solo il 33,8% dei cileni si mostra favorevole al matrimonio tra persone dello stesso sesso.

  • Danimarca: il 63% dei danesi sostiene l’idea che gli omosessuali possano sposarsi in chiesa (luterana).

  • Finlandia: per un finlandese su tre la Chiesa Luterana dovrebbe permettere il matrimonio gay in chiesa.

  • Irlanda: secondo Irish Times il 67% degli irlandesi approva il matrimonio gay mentre solo il 46% è favorevole anche all’adozione da parte di coppie omosessuali. ??

  • Italia: il Rapporto Italia 2010 Eurispes mette in luce come l’82% degli italiani considerai gli omosessuali uguali a tutti gli altri.

  • Panamá: il 79,6% dei panamensi rifiuta il matrimonio gay.

  • Paraguay: il 53% dei paraguaiani disapprova l’omosessualità (ma il sondaggio ha riguardato solo gli abitanti di Asunción e il dipartimento Centrale).

  • Russia: un sondaggio realizzato su milleseicento persone in centotrenta città evidenzia come il 74% degli intervistati considera gli omosessuali come “malati o moralmente riprovevoli”.

  • Spagna: la maggior parte degli studenti universitari spagnoli accetta sia il matrimonio tra persone dello stesso sesso che l’adozione da parte di coppie omosessuali.

  • USA: a maggio, secondo Gallup per la prima volta la maggioranza degli statunitense (525) considera le persone omosessuali e le loro relazioni come “moralmente accettabili”; a novembre il 58% dei votanti statunitensi è d’accordo per l’abolizione del Don’t ask don’t tell (abrogazione poi avvenuta a dicembre).

  • USA - ?California: un sondaggio mostra che per la prima volta dal trionfo della Proposizione 8 la maggioranza dei californiani approva le nozze gay.

  • USA – Texas: il 52% rifiuta il matrimonio gay nonostante che il 48% degli intervistati accetterebbe la possibilità che il Texas riconosca le unioni omosessuali celebrate in altri stati.

Via | Universo Gay

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: