Troppi debiti, trans si impicca a Mestre

Un’imprenditrice si è impiccata a Mestre. Non è la prima che decide di togliersi la vita. Nel Veneto questo tipo di suicidi è in aumento. Luca Zaia, governatore della regione Veneto, sta lavorando con le banche affinché gli imprenditori del suo territorio abbiamo le condizioni per superare la crisi.

Questa donna, una come le altre, era trans. Per questo motivo la sua storia oltre che sui quotidiani la trovate anche su Queerblog. La sua trasformazione era rispettata da tutti tranne che dai familiari. Da loro la donna aveva ereditato l’attività nel 2005. Prima di morire l’imprenditrice ha raccontato il proprio passato in una lettera.

Di lei non conosciamo il nome. Possiamo solo intuire i problemi. Gli stessi che ha avuto come molte altre persone. La donna, solo nelle difficoltà, è stata uguale a chi non è discriminato dalla legge. A lei, così come ad altri, lo Stato ha negato la buona sorte. L’equazione non torna. Perché ci sono in Italia persone che devono affrontare gli stessi problemi ma non possono godere dei medesimi diritti?

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: