E finalmente anche ad Alberta (Canada) l'omosessualità non è più una malattia mentale

gene zwozdesky

Anche l'Alberta, in Canada, finalmente ha riconosciuto l'omosessualità come una differenziazione dell'orientamento sessuale e non più una malattia mentale. È dal 1973 che c'è stata questa precisazione ma solo ora, in questa città, è stata resa ufficiale. Così commenta la decisione il ministro della salute, Gene Zwozdesky:

"Questo cambiamento non è solo la cosa più corretta da fare, ma è anche qualcosa che sarebbe dovuto essere attuato già decenni fa e onestamente, quando ne sono venuto a conoscenza, non potevo che provvedere alla rimozione immediata di quell'errore"

Ora viene chiesta un controllo totale nel manuale ufficiale della città, per non rischiare che ciò sia invano e continui a persistere un clima omofobo e arretrato. Il ricercatore universitario Kristopher Wells è assolutamente concorde e lancia una provocazione:

"Perché mai un professionista, sopratutto gay o lesbica, dovrebbe voler venire ad Alberta se questo è quello che pensiamo nei nostri libri?"

Via | Cbsnews

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: