Fab: raccolta milionaria per il Facebook gay


Alcuni di voi lo conosceranno già per essersi iscritti, magari attraverso l'iPhone; altri invece non ne hanno sentito parlare, ma presto è probabile che ci finiranno sopra. Fra un po' forse sarà necessario avere un profilo lì, per non sentirsi esclusi dalla rete! È il social network indirizzato agli uomini gay che fino a poco tempo fa si chiamava Fabulis e adesso ha cambiato nome in Fab.

Questo sito, che per adesso si basa su Facebook (e questo forse è uno dei suoi maggiori limiti, al momento), punta a diventare il punto di riferimento dei gay su Internet un po' in tutto il mondo, offrendo l'opportunità di conoscere altre persone e di cercare informazioni su iniziative, locali, eventi gay e gay-friendly da una parte all'altra dell'oceano.

Molti investitori per adesso sembrano credere al progetto, dato che la società che lo sta sviluppando, Fab, ha raccolto circa 1,75 milioni di dollari da diversi investitori, tra cui il Washington Post. Per adesso gli utenti iscritti sono poco più di 100mila, un'inezia. Ma si sa come vanno queste cose: basta che diventi un po' di moda e allora in centinaia si iscriveranno ogni giorno per non essere tagliati fuori dalla novità del momento.

Bisogna vedere se i gay italiani, che notoriamente non amano esporsi troppo, saranno lieti di iscriversi - con nome e cognome! - a un sito che come prima domanda ti chiede se sei "gay" o "amico di gay". Staremo a vedere.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina: