Il governo inglese riabiliterà ufficialmente Alan Turing

Il Parlamento inglese modificherà l’ingiustizia storica commessa nei confronti di Alan Turing, condannato per “atti indecenti”.

Il governo inglese riabiliterà ufficialmente Alan Turing

La scorsa settimana il Parlamento britannico ha annunciato la promulgazione di una legge che “perdona” pubblicamente Alan Turing, condannato nel 1952 alla castrazione chimica per un crimine di “grave indecenza” a causa del suo orientamento sessuale: il matematico, logico e crittografo britannico, considerato uno dei padri dell'informatica e uno dei più grandi matematici del XX secolo era infatti omosessuale e, a seguito della castrazione chimica a cui era stato sottoposto nel 1954 a soli quarantun anni si uccise mangiando una mela avvelenata con del cianuro.

L’iniziativa della legge nel Regno Unito è stata proposta da Lord Sharkey, democratico liberale, che ha affermato che Turing e altri uomini omosessuali del suo tempo sono stati trattati con una terribile crudeltà. Stando a quanto riferisce la BBC, il parlamentare ha avuto come docente di matematica all’Università il professor Roin Gandy, grande amico di Alan Turing.

Come ben sapete, infatti, Alan Turing (Londra, 23 giugno 1912 – Wilmslow, 7 giugno 1954) è stato un matematico, logico e crittanalista: è stato grazie al suo genio che è stato possibile violare Enigma, la macchina crittografica nazista, e vincere così la Seconda Guerra Mondiale. Considerato uno dei più grandi matematici del suo tempo, nel 1946 ha progettato il Motore per il Calcolo Automatico, primo computer in grado di eseguire un programma in memoria. I suoi studi sono alla base dell’informatica e dell’intelligenza artificiale. Secondo Lord Sharkey è proprio grazie ad Alan Turing che il secondo conflitto mondiale è terminato prima del previsto e migliaia di persone devono a lui la vita.

Solo nel 2009, Gordon Brown, per conto del governo britannico, ha presentato le scuse formali ad Alan Turing per come era stato trattato. Nel 2012 il governo ha rifiutato di concedere il perdono postumo ad Alan Turing affermando:

È una tragedia che Turing sia stato condannato in un modo che a noi appare così crudele e assurdo, soprattutto se si considera il suo decisivo apporto alla vittoria in guerra. Nonostante tutto, però, le leggi dell’epoca prevedevano che fosse condannato e la posizione ufficiale è quella di accettare tali condanne e senza voler alterare il contesto storico e porre rimedio a quanto, in realtà, non può essere rimediato, fare in modo che non si torni più a tali tempi.

Foto | Flickr

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: