In Russia graffiti contro Putin: "ladro e gay"

Polemiche e critiche contro Putin in Russia

Putin firma la legge che vieta la “propaganda gay”

L'accusa è quella di vilipendio e la polizia sembra già essere in moto per scoprire i responsabili. Stiamo parlando del recente "attacco via graffiti" nei confronti di Putin, in Russia.

All'esterno della camera bassa del Parlamento federale, la Duma, c'era stata la condanna del blogger Alexei Navalny per appropriazione indebita e frode.

Tra le frasi apparse sulle mura si legge "Putin e' un ladro", "Putin e' gay" e "Navalny alla Presidenza e Putin in galera. Oltre alle scritte, sono stati posizionati anche numerosissimi adesivi

Lo stesso Navalny, su Facebook, ha commentato l'accaduto con un ironico messaggio:

"Ma davvero la polizia pensa che la sede della Duma di Stato possa essere profanata da semplici adesivi?"

Via | Agi

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail