Cuba, il Partito Comunista chiede di combattere l'omofobia

Importante richiesta contro le discriminazioni a Cuba

Mariela-Castro

Arriva una bella notizia da Cuba, un Paese che indicava illegale l'omosessualità dopo il 1959. Negli ultimi anni la situazione è decisamente cambiata, migliorata, anche se all'interno della società non mancano discriminazioni nei confronti della popolazione Lgbt.

Ma proprio in queste ore, ecco arrivare la richiesta inaspettata da parte del Partito Comunista:

"combattere con risolutezza i pregiudizi e le discriminazioni basate sul colore della pelle, sul genere, sulla fede religiosa, sugli orientamenti sessuali e le origini territoriali"

L'invito al rispetto e alla fine delle discriminazioni arriva in un Paese dove i gay venivano condannati anche ai lavori forzati proprio a causa della loro omosessualità

Molti miglioramenti sono dovuto anche alla grande campagna di sensibilizzazione portata avanti da Mariela Castro

Via | Asca

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: