Il Messico ha il suo primo sindaco gay dichiarato

La città di Fresnillo in Messico ha eletto come sindaco un cittadino gay dichiarato: Benjamín Medrano Quezada.

Benjamín Medrano Quezada, primo sindaco gay dichiarato in Messico

Benjamín Medrano Quezada è stato eletto sindaco di Fresnillo, città dello stato di Zacatecas, nel Messico centrale, con circa duecentomila abitanti. Il nuovo sindaco ha quarantacinque anni ed è gay dichiarato.

Benjamín Medrano Quezada non ha mai nascosto il proprio orientamento sessuale e questo è da sottolineare in uno stato come Zacatecas, che è considerato come fortemente machista (oltre che negli ultimi anni teatro di numerose violenze per via del narcotraffico). Non a caso, infatti, Medrano Quezada sottolinea che essere omosessuali non vuol dire essere meno virili, dal momento che la virilità “non sta certo in mezzo alle gambe, ma nel cervello e nel modo di realizzare le cose”.

Benjamín Medrano – che milita nelle fila del Partido Revolucionario Institucional – è anche cantante e ha un bar per gay ed è sempre in prima linea nella difesa delle persone omosessuali soprattutto quando qualche ecclesiastico se ne esce accusandoli di essere “malati”, “pervertiti” o “contro natura”: in questi casi il neo sindaco risponde affermando che la vera malattia è quella di essere omofobi.

Sebbene Benjamín Medrano Quezada sia orgogliosamente omosessuale non è fautore delle nozze tra persone dello stesso sesso, “per motivi culturali” afferma e secondo diverse fonti ha un atteggiamento un po’ discriminatorio verso le persone transessuali come anche nei confronti delle manifestazioni pubbliche della comunità omosessuale.

Via + foto | Sentido G

  • shares
  • Mail