Le perquisizioni approfondite negli aeroporti sono colpa dei gay

Eugene Delgaudio. Le perquisizioni approfondite negli aeroporti sono colpa dei gayUltime novità in fatto di sicurezza: i disagi dovuti ai controlli che avvengono negli aeroporti sono colpa di noi gay. A pensarla così è Eugene Delgaudio (in foto), consigliere repubblicano della contea di Loudun, in Virginia, e presidente di Public Advocate of the United States, organizzazione conservatrice particolarmente ossessionata dai gay. Secondo un'email inviata da Delguadio in qualità di presidente di quest'organizzazione, le perquisizioni profonde disposte dalla Transportation Security Administration (l'ente incaricato della sicurezza aerea negli USA) fanno parto di un piano gay. Delgaudio ha scritto:

“Il prossimo agente della TSA che vi sottoporrà a una perquisizione approfondita potrebbe essere un omosessuale praticante che segretamente starà provando piacere dalla situazione”.

Nonostante che Eugene Delgaudio sia ben noto per la sua omofobia queste affermazioni hanno destato una certa sorpresa anche tra quanti la pensano come lui.

Così dopo che qualcuno ha dato la colpa a noi gay dei terremoti, ora siamo anche responsabili dei disagi aeroportuali. Del resto una barzelletta di Pierino dice che i gay sono dirottatori di uccelli...

  • shares
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina: