In Europa la politica è sempre più gay

Nichi Vendola non spaventa Silvio Berlusconi. Il presidente del Consiglio, come ricordato da Daria Bignardi, non crede che in Italia oggi un omosessuale possa ambire al suo posto. Questa idea, se ci si pensa bene, non è solo omofoba. È di una rara ignoranza.

Vendola prima di essere gay è un uomo con delle idee precise. In questi anni l’elettorato ha premiato lui e non la sua sessualità. Questa banale concetto in altri parti d’Europa non vale più la pena di spiegarlo.

In Polonia, dove l’omofobia e il razzismo sono ancora una realtà, Krystian Legierski è entrato nel Consiglio della città di Varsavia. La sua elezione è una doppia conquista. L’uomo di origini africane è il primo gay polacco ad avere un incarico pubblico.

“Senza un movimento di emancipazione di noi neri e senza una forte coesione delle minoranze sessuali, dopo appena vent’anni di democrazia, abbiamo ottenuto ciò che altrove richiede, a volte, generazioni intere. La Polonia ha mostrato il suo volto tollerante e non discriminatorio”.

Con queste parole ha iniziato il proprio incarico il politico. Legierski non è l’unico omosessuale che negli ultimi sette giorni ha ottenuto un incarico pubblico in Europa. Per la prima volta nella storia tedesca la Corte Costituzionale si avvarrà della collaborazione di una lesbica.

Susanne Baer, questo è il nome della donna, insegna all’università Humboldt di Berlino. La sua candidatura è stata promossa dal partito Verde. Negli ultimi anni la Baer si è sempre occupata della difesa delle minoranze sessuali e di donne.

Anche la Polonia e la Germania non posso vantare un premier omosessuale. Rispetto all’Italia le due stanno però lavorando affinché questa opzione possa essere contemplata. Capire perché ci stiamo negando questa alternativa è molto complicato. Su questa realtà bisogna iniziare comunque a rifletterci. Secondo voi perché nessuna delle grandi città italiane è amministrata da un sindaco gay?

Rosario Crocetta, primo omosessuale a diventare sindaco (di Gela), oggi è un europarlamentare. Perché la sua esperienza, maturata in un territorio difficile, non è utilizzata dalle associazioni e dalla politica?

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: