Per Robbie Rogers molti tifosi di calcio non sono omofobi

Parlando del mondo della tifoseria, Robbie Rogers – calciatore gay dichiarato – sostiene che gran parte dei tifosi non sia affatto omofoba.

Per Robbie Rogers molti tifosi di calcio non sono omofobi

Robbie Rogers, calciatore gay dichiarato, sostiene che il mondo dei tifosi sia molto meno omofobo di quel che sembra. Secondo Rogers, infatti, spesso i tifosi si fanno prendere dalla passione durante le partite e per questo motivo fanno di tutto pur di esortare la propria squadra a vincere. Robbie Rogers ha detto nel corso di un’intervista:

Quello che si dice allo stadio non rispecchia il vero carattere dei tifosi. A volte è vero sono un po’ sopra le righe.

Rogers ha notato, in ogni caso, che il mondo del calcio inglese è un po’ più omofobo di quello statunitense. E non sa quello che c’è in Italia!

Parlando poi del suo coming out, Robbie Rogers ha affermato che non sa quando potrà esserci un altro calciatore gay dichiarato:

Non ho idea di quando qualcuno si sentirà pronto per fare coming out. Spero, però, che avvenga presto. Mi auguro che in molti possano imparare dalla mia esperienza e vedere che non è un grosso problema, in fin dei conti: io continuo a giocare a calcio e la mia vita va avanti normalmente.

Ricordiamo che, dopo un periodo di pausa a seguito del coming out (pausa che lo stesso Rogers aveva preso) attualmente il calciatore gioca nelle fila dei Los Angeles Galaxy.

Via | Pink News
Foto | Facebook

  • shares
  • Mail