Una mostra fotografica sul coraggio e sull’eroismo degli uomini transessuali

Il fotografo statunitense Lorenzo Triburgo ha realizzato una mostra fotografica in cui mette in luce la “costruzione della mascolinità” degli uomini transessuali.

Una mostra fotografica sul coraggio e sull’eroismo degli uomini transessuali

Lorenzo Triburgo è un fotografo statunitense che ha voluto rendere omaggio agli uomini transessuali con una mostra dal titolo Transportraits in cui vuole mettere in evidenza il coraggio di tale collettivo. Triburgo, che ha iniziato da poco il proprio percorso di transizione, ha cercato di mettere in luce la varietà e la ricchezza di quella che lui chiama “la costruzione della mascolinità” in questi uomini.

Le foto rispecchiano il canone degli uomini eroici che si stagliano dinanzi un passaggio (dipinto dallo stesso Triburgo). Secondo Lorenzo Triburgo:

Quello che volevo creare era un progetto che non trattasse la storia di qualcuno in concreto, ma la mia relazione con questo tema, cioè il tema dell’identità di genere e della costruzione della mascolinità.

I trenta uomini ritratti hanno iniziato il proprio percorso di transizione in diversi momenti della loro vita: alcuni in età matura, altri da adolescenti. Confessa Triburgo:

È stata un’esperienza incredibile perché ho potuto parlare con loro e stabilire una connessione: mi trovavo all’inizio del mio cammino di transizione ed è stato splendido potermi rivolgere a loro e porre diverse domande.

Per Lorenzo Triburgo esiste una sorta di parallelismo tra la fotografia e l’identità di genere:

La fotografia è percepita come il mezzo che rappresenta la verità, che registra e trasmette quello che succedere. Ma siamo tutti d’accordo che si tratta di una percezione sbagliata. Le cose possono essere alterate e la soggettività di chi scatta può influire grandemente. La stessa cosa accade con il genere: ne viene assegnato uno alla nascita e non credo che questo corrisponda alla realtà. Ritengo che il genere è qualcosa che possa crescere e cambiare ed è molto più soggettivo di quello che si percepisce di solito.

Infine, il fotografo esprime la sua gratitudine agli uomini che si sono lasciati fotografare:

Sono grato per aver potuto incontrare questi uomini che hanno fatto coming out e hanno voluto essere fotografati. Io stesso non avevo fatto coming out come uomo transessuale. Avrei potuto continuare così per tutta la vita senza dirlo a nessuno, ma per me è stato importante dichiararmi e poter realizzare immagini con rappresentazioni positive degli uomini transessuali.

La mostra Transportraits sarà prossimamente in alcune gallerie di Boston e Filadelfia. E chissà che un domani non giunga anche in Italia.

Lorenzo Triburgo, Valley Waterfall � Erin
Lorenzo Triburgo, An Arctic Winter Day � Jose
Lorenzo Triburgo, Winter Woods � Dani
Lorenzo Triburgo, Island Paradise � Xavier
Lorenzo Triburgo, Two Seasons � Andrew

Via | Dos Manzanas

  • shares
  • Mail