La sorella del Primo Ministro australiano sogna che la legge anti gay russa arrivi anche nel loro Paese

Sconvolgente 'desiderio' della sorella del Primo Ministro in Australia

loree-rudd

Mentre il mondo condanna la legge anti gay che vieta qualsiasi "propaganda omosessuale" -dai discorsi in pubblico agli spettacoli teatrali e tv-, la sorella del Primo Ministro australiano applaude tale decisione. E non solo: si augura che presto possa diventare realtà anche nel suo paese d'origine e in cui vive.

La donna, Loree Rudd, è stata ospite di un viaggio in Russia e, al suo ritorno, ha ammesso di sperare che accada anche in Australia, in modo da

"difende i bambini dall'esposizione all'omosessualità"

Ecco la sua dichiarazione shock:

"E' come se Putin potesse vedere il problema avanti. Penso che ci dovrebbe essere una legge [in Australia] per proteggere i bambini dalla propaganda dell'omosessualità come fosse qualcosa di normale. Stanno cercando di costruire la loro vita familiare e la struttura in Russia e in Occidente non sembrano comprendere la nostra vita familiare e le strutture stanno crollando. Credo che la linea di fondo, se c'è una cosa che posso dire che non può essere messa in discussione, è che la società abbia bisogno di proteggere i propri figli come meglio possono"

Si Loree. Anche da frasi come queste, soprattutto.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: