Da Milano il Lago dei cigni gay di Bourne

Ancora per pochi giorni è a Milano e poi proseguirà una tournée in giro per i teatri italiani. È ormai diventato un piccolo classico del balletto contemporaneo, un po' a metà fra danza e musical, ma conserva una parte della carica rivoluzionaria di quando debuttò nel 1995 a Londra: un Lago dei cigni con le musiche originali di Ciajkovskij, ma un mix di balletto classico e danza moderna, interpretato solo da uomini.

L'intero corpo di ballo è maschile e anche il cigno, di cui si innamora del Principe, è un uomo: tutto lo spettacolo è un'esaltazione del corpo maschile e una rottura delle convenzioni e dei ruoli. Per questo spettacolo Matthew Bourne, il regista e coreografo, è stato premiato con due Tony Award e il primo ballerino a interpretare l'opera, Adam Cooper, entrò nella scena finale del film Billy Elliott.

Matthew Bourne's Swan Lake era passato in Italia di sfuggita alcuni anni fa (io lo vidi a Modena nel 2000), ma adesso dopo due settimane nel capoluogo lombardo farà tappa anche a Trieste e Firenze. In questi giorno il pubblico è numeroso al Teatro degli Arcimboldi, tanto che la settimana prevista in origine è stata raddoppiata.

Dopo il salto, il video di presentazione

  • shares
  • Mail