Thelma Wood, l'amante insaziabile

Considerata il grande amore di Djuna Barnes (anche se la loro relazione fu turbolentissima), Thelma Wood morse la vita sempre ferocemente. Forse troppo.

Thelma Wood

Nata in Kansas, ma cresciuta a St. Louis, la futura scultrice poco più che ventenne decise di trasferirsi a Parigi proprio per perfezionare la sua arte. In Europa la Wood (1901-1970) iniziò una nuova vita fatta di feste, incontri casuali, amori mordi-e-fuggi. Il suo incontro con la Barnes proprio in quegli anni spumeggianti e perduti (siamo negli anni venti) si rivelò semplicemente fatale.

Fatale, lungo e soprattutto inquieto. Gli instancabili appetiti della scultrice minarono infatti il suo rapporto con la celebre autrice di Nightwood e l’arrivo nella vita della Wood della miliardaria Henriette McCrea Metcalf diede il colpo di grazia a quello che era un rapporto ormai già logoro. Tuttavia anche i rapporti con la nuova compagna non furono mai idilliaci, la scultrice cedeva troppo volentieri alle tentazioni.

Così dopo anni di alti e bassi, di tradimenti subiti a destra e a manca, la Metcalf lasciò definitivamente la Wood, evitando di parlarle per il resto della propria vita. Nel 1936 la pubblicazione di Nightwood di Djuna Barnes ebbe un altro impatto violento sulla Wood che si offese a morte per come l’ex amante l’aveva raffigurata nel romanzo. Le due donne, anche in questo caso, non si rivolsero ahimè più la parola.

  • shares
  • Mail