Ricky Martin: "Non sono un cittadino di serie B: perché non posso sposarmi nel mio paese e in Chiesa?"

ricky martin gay

Ricky Martin continua la sua maratona di interviste televisive e parla della sua omosessualità, dei suoi sogni come padre e di cosa ha significato per lui fare coming out.

Intervistato da Larry King, il portoricano ha parlato dei diritti dei gay negli USA e si è lamentato per essere considerato un “cittadino di seconda classe”

Possiamo sposarci in Argentina o Spagna, ma perché dobbiamo andarcene? Non sono un cittadino di seconda classe. Io pago le mie tasse. Inoltre mi piacerebbe percorrere la navata di una chiesa, se dovessi incontrare l’uomo dei miei sogni.

Il cantante ha aggiunto anche che se avesse saputo prima quanto bene si sarebbe sentito facendo coming out, lo avrebbe fatto dieci anni fa.

Via | Universo Gay

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 16 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: