Altre reazioni alla battuta omofobia contro i gay di Berlusconi: Concia, Santanchè, Frattini

berlusconi attacchi

Se Vittorio Sgarbi ha approvato la 'battuta' fuori luogo del Premier, c'è chi ha cercato di minimizzare e chi invece ha cercato di approfittare dell'occasione in cui tutti smorzano i toni ribadendo quanto Berlusconi sia invece gayfriendly e non debba scusarsi perchè lui è sensibile alla causa Lgbt. Sì, e io sono Napoleone Bonaparte.

Partiamo da Daniela Santanchè che è riuscita anche, se possibile, a peggiorare il tutto:

"Sono certa che tutti i genitori italiani sperano di avere figli eterosessuali. Non trovo che ci sia nulla di sconcertante nel ragionamento del premier. Premesso che i figli si accettano come sono con identico affetto, e che stimo molti omosessuali, è evidente che la speranza di una madre è quella un giorno di diventare nonna"

Ma cosa c'entra? Le bellezze ragazze e i gay messi a confronto: ecco spuntare adesso il sogno di avere figli, nipoti, nonni... tutto un bel calderone di stereotipi, luoghi comuni e frasi fatte. Ricordiamo alla Santanchè che esistono, purtroppo, anche persone sterili che, anche se etero, non potranno mai avere e dare certe gioie...

"Se davvero, come dice Capezzone, quella di Berlusconi era solo una battuta volgare detta sotto pressione, sfido il Presidente del Consiglio ad appoggiare pubblicamente la proposta di legge contro l’omofobia di cui sono relatrice in Commissione Giustizia. Questa sarebbe la giusta risposta di un vero statista che ha a cuore la lotta contro le discriminazioni. Il Paese non ha bisogno di battute ma di fatti concreti"

Questo è invece l'invito di Paola Concia, anche se a mio parere, non so quanto effetto potrà avere. E mentre ieri circa 200 persone erano davanti a Palazzo Chigi a protestare con cartelli che dicevano "Meglio gay che Berlusconi", ecco il commento di Frattini, quasi involontariamente comico, talmente assurdo in certi passaggi:


"La frase di Berlusconi non è imbarazzante per due motivi; Berlusconi ha il gusto della battuta e in molti casi le sue battute sono state smentite dai fatti positivi, vale anche nel caso dei gay con la politica del Governo italiano, con il lavoro del ministro Carfagna, sempre rispettosa e promotrice di iniziative mirate contro l’omofobia"

Ah sì? Iniziative (plurale) della Carfagna? Boh, penso di essermi addormentato per qualche anno, allora. Avrò avuto sonno... scusate.

E continua...


"La migliore risposta sarebbe l’approvazione in Parlamento della legge contro l’omofobia. La seconda ragione è che Berlusconi fa battute senza nessuna volontà di offendere. Berlusconi ha come sua caratteristica personale non volere il male di nessuno. E’ nei fatti che lui si scuserà con il suo comportamento, di piena tutela anche degli omosessuali”

  • shares
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: